Ultima modifica

  • Domenica, 15. Aprile 2018

 

Per i romani la frutta era - fra l'altro come dessert - molto interessante. Nel primo secolo a.C., Lucullus introduceva la ciliegia d'Asia minore in Italia. È stato con i romani che per la prima volta la frutta coltivata veniva nelle nostre latitudini. Fino a quei tempi, si trovavano solo tipi selvatici con frutti piccoli. Diversi tipi comuni ma anche alcuni più rari sono stati piantati, a partire dal 2004, nel Parco Romano. Delle cartelle forniscono informazioni sulle loro rispettive caratteristiche. Con gli alberi da frutta e il frutteto creato nel 2009, il Parco Romano di Ruffenhofen è diventata una tappa della “Fränkische Moststraße” (Strada francone del Mosto).

www.fraenkische-moststrasse.de/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Facebook